La struttura

La struttura del DNAIl DNA è una molecola costituita da due lunghi filamenti avvolti tra loro a formare una “doppia elica”. Ciascun filamento è costituito da una successione di unità strutturali: i nucleotidi. Ciascun nucleotide è composto da una molecola di acido fosforico, uno zucchero a cinque atomi di carbonio, il deossiribosio, e da una delle quattro basi azotate, Adenina (A), Citosina (C), Timina (T) o Guanina (G). I due filamenti sono tenuti insieme dall’accoppiamento delle basi nell’asse centrale dell’elica; qui, infatti, le basi azotate di ogni filamento, si uniscono attraverso legami idrogeno ed in maniera complementare (A si appaia sempre con T e C sempre con G). Nella sequenza dei nucleotidi risiede l’informazione genetica: le sequenze dei nucleotidi determinano il tipo di informazioni disponibili per la costruzione e il mantenimento di un organismo, allo stesso modo in cui le lettere dell'alfabeto, disposte in un determinato ordine, formano parole e frasi. Specifiche sequenze di nucleotidi costituiscono i geni. Il complesso insieme di regole che consentono di trascrivere e tradurre i geni, nella sequenza degli amminoacidi che costituiscono una specifica proteina, prende il nome di Codice Genetico. La stessa struttura a doppia elica del DNA, suggerisce il meccanismo per la replicazione del materiale ereditario ed è necessaria per la trasmissione dell’informazione genetica da una cellula all’altra e da una generazione all’altra. Dopo la separazione dei due filamenti, ciascun filamento è utilizzato come stampo per ricostruire l’altro. Questo processo è portato avanti da una complessa macchina enzimatica, formata da molte unità ognuna con compito differente. Errori di copiatura della molecola di DNA possono determinare delle modificazioni (mutazioni) nelle sequenze copiate e quindi nelle istruzioni genetiche.

Azioni sul documento